\\ PocoBLog : Articolo : Stampa
La Medicina Naturale e la medicina NON Naturale
Scritto da Nith (del 21/09/2005 @ 11:22:42, in Salute, linkato 935 volte)

   Sinceramente non volevo intervenire ancora su questo tema. Infatti per noi che crediamo nelle terapie Naturali e nella medicina complementare, è veramente avvilente osservare quanti attacchi beceri e inutili la potente e squallida lobby medica fa nei confronti delle medicine naturali. Ma ci vogliamo rendere conto che la medicina cinese e quella indiana operano da 5000 anni con tecniche che il presuntuoso uomo occidentale (presuntuoso oltremodo poichè è convinto che sia tutto merito degli studi e delle ricerche dell'ultimo secolo se oggi viviamo il progresso sociale e scientifico;

oltremodo presuntuoso poichè rifiuta di vedere che le moderne ricerche non sono altro che il tentativo di riprendere sapienze antiche ed adattarle ai nostri tempi spacciandole per scoperte scientifiche innovative) oggi tenta  di svalorizzare in tutti i modi?.

Ripeto, non volevo intervenire poichè quando il tam tam dei dibattiti prende il ritmo di attachi mirati per secondi fini (il business) e taglia le gambe al confronto aperto, umile e pulito, bè in questo caso le persone serie si ritirano. Tuttavia poichè questo vuole essere un luogo di armoniosa ricerca del vero non esiterò nell'esprimermi.
Perchè chi è convinto degli enormi buchi neri della medicina allopatica, spesso sperimentati sulla propria pelle, e trova nei percorsi antichi (come la medicina ayurvedica o cinese) una soluzione efficente ed efficace per la propria salute, deve sempre trovarsi di fronte a polemiche sterili e sporche, come a mio avviso quest''ultimo ed ennesimo attacco gratuito e di bassa lega contro l'omeopatia (mi riferisco alle sciocche diatribe che hanno seguito la pubblicazione di The Lancet)?
A me sembra poi che ad attaccare  sia sempre la parte vacillante, insicura ed ignorante, che devota alla scienza moderna, rifiuta psicologicamente qualsiasi altra spiegazione medica non convenzionale. Difatti gli scettici di solito sono anche poco e male informati e giudicano teorie e discipline senza conoscerle (sarà la paura di dover fare un passo indietro?).  

Questo articolo ed i suoi "link" non vogliono essere una ulteriore polemica bensì rivolgersi a chi, come me è straconvinto delle abnormi falle della medicina allopatica e crede nella strada della sapienza antica e naturale e nel valore della medicina complementare. Ritengo positiva la diffusione della cultura delle terapie naturali e utile fare luce sulle ombre della medicina classica. Chi è veramente stimolato a conoscere la medicina naturale troverà sicuramente di che nutrirsi, lo stesso non si può dire di chi si ciba di preconcetti, chi cavilla e polemizza, chi si lascia imporre tutto dalle lobby farmaceutiche e mediche.

Vi segnalo dunque questo sito www.mednat.org dove si possono trovare molti spunti ed utili suggerimenti a proposito della medicina naturale, le teorie scientifiche che non stanno in piedi e molto altro ancora. Inoltre vi segnalo anche quest'altro sito www.gerson.org dove si può familiarizzare o approfondire la conoscenza della terapia Gerson, una potentissima terapia antitumorale che sta suscitando un notevole interesse anche tra i più miscredenti ed ortodossi visti i risultati positivi che molte persone hanno ottenuto anche lì dove la chemioterapia ha fallito.  In pochissime parole la terapia si basa sull'introduzione nell'organismo di una moltitudine di piante medicinali, quindi sali minerali e vitamine, in grado di modificare il TERRENO sul quale si sviluppa il cancro e non di curare il cancro stesso che invece (secondo molte scuole di pensiero che sposano l'approccio dolce) è solo la conseguenza di una malattia del terreno.  A tal proposito vi riporto anche quest'altro link www.lecurenaturali.com/sintesi_terapia.htm dove troverete una indagine retrospettiva sui risultati della terapia Gerson paragonati a quelli delle terapie allopatiche.

PS piccola curiosità, lo sapevate che in Cina il medico venive pagato per far star bene le persone, interveniva sulle persone sane dando il massimo della risonanza alla cultura della prevenzione  (ma non vi sembrano le parole usate oggi dai vari ministri della salute europei?). Addirittura gli antichi Imperatori cinesi, se si ammalavano, uccidevano il medico che non era riuscito a mantenerli sani. Eh eh eh, potrebbe esere un ottimo modo per ridurre la spesa pubblica ed avere medici più competenti... Perdonatemi la battutaccia, in effetti sembra che quelli italiani siano i migliori medici in Europa, dopo quelli francesi, poi magari ci ritoviamo i topi in corsia, o donne campane gravide sbattute da un ospedale all'altro fino a crepare.... Ma questa è un altra storia...