\\ PocoBLog : Articolo : Stampa
Unita nella diversitą
Scritto da Oso (del 03/07/2006 @ 13:46:23, in PocoBLog, linkato 1735 volte)

Uniti nella diversità… in questo periodo mica tanto! Trascinati di fatto verso lo scontro diretto che già ha prodotto numerose gaffe diplomatiche come l’efferato articolo di Der spiegel sugli Spaghetti fresser, oppure il precipitoso massacro dell’orsetto Bruno, vittima del fuori programma mediatico a salvaguardia delle pecore bavaresi!
Uniti nella diversità è il motto dell’Unione Europea, che riassume l’intento di rappresentare una singola realtà istituzionale nella preservazione delle fortissime identità nazionali che la compongono.
Dal 1 luglio la presidenza dell’Unione passa dall’Austria alla Finlandia e con essa cambia anche il logo e bandiera di rappresentanza che passa dal codice a barre di Koolhaas (la sequenza di tutte le bandiere nazionali da est a ovest) alla foresta di Timo Kuoppala, che simboleggia crescita, sviluppo e trasparenza, aspetti cruciali negli scopi dichiarati dalla nuova presidenza, la quale promette di riavvicinare l’istituzione comunitaria agli occhi dei cittadini, anche attraverso l’implementazione dei servizi online. (link)
La scelta dei simboli di rappresentanza pare essere la prima cosa che viene effettuata di seguito all’istituzione di un organismo: colori sociali, forme geometriche, animali, … sono tutte componenti che vengono prese in prima analisi per la nascita di un simbolo, senza parlare poi degli inni o dei motti… Qualcosa in cui leggo molta puerilità, ma che riesce a muovere decisamente i cervelli, come il mio, quando dovevo scegliere il nome per la mia squadra di fantacalcio, con tanto di stemma e animale sociale.
Si può stare anni in attesa della nascita di un simbolo che racchiuda tutti i significati di che si intendono considerare, così come è successo alla bandiera dell’Unione europea, dal 1955 dodici stelle gialle su sfondo blu, accettata ufficialmente dopo l’accurata analisi di decine di proposte, alcune anche assurde. Di seguito riporto alcuni esempi che ho trovato nel database di Europe Navigator (link)

“Sullo sfondo blu del cielo, una corona di dodici stelle dorate rappresenta l'unione dei popoli europei. Il numero delle stelle, invariabile, è simbolo di perfezione e unità”… ecco la simbologia dietro la bandiera UE di Arsene Heitz, che qualcuno vede però essere strettamente collegato al culto mariano, infatti facendo riferimento all’Apocalisse XII capitolo: "Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una Donna vestita di sole con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle”… Inoltre la stessa simbologia sarebbe ritratta nelle Medaglie Miracolose, coniate in seguito all’apparizione mariana a Catherine Labouré, medaglia indossata abitualmente dallo stesso Heitz, il quale solamente dopo l’ufficializzazione ammise l’ispirazione religiosa.
Comunque, per tornare alla necessità di rappresentarsi sotto un simbolo, anche Papa Ratzinger ne ha dovuto creare uno, (link).
Come si può notare, nel simbolo c’è un orso… Coincidenza: nell’anno dei mondiali di Germania, il neo Papa tedesco sceglie a simbolo un orso, nello stesso momento un rarissimo esemplare di orso viene ucciso in Germania.