\\ PocoBLog : Articolo : Stampa
La spada di Damocle
Scritto da Oso (del 14/12/2005 @ 12:58:56, in Diario Pensieri Poesie, linkato 1595 volte)

Secondo Cicerone (Tusculanae, 5,21,62) Damocle, cortigiano del tiranno di Siracusa Dionisio, giudicava come “fortunata” la vita del suo sovrano, piena di agi e privilegi. Il tiranno lo invito' allora a prendere il suo posto per un giorno. Durante un banchetto, però, gli fece trovare sopra la testa una spada appesa ad un sottile crine di cavallo. Solo allora Damocle comprese lo stato di inquietudine in cui viveva Dionisio e i pericoli sempre in agguato per chi ha un grande potere. La “Spada di Damocle” è una figura allegorica per definire uno stato di minaccia incombente, una situazione di perenne allarme…
Una condizione condivisa da tutti quelli che, come me, fanno un invidiabile lavoro di scrivania: videoscrittura, a volte un foglio di calcolo, due telefonate,  

 il caffè, due o tre firme, stipendio fisso… e poi internet, i siti con le cose divertenti, qualche giochino, le chiacchiere, le mail,… Ma attenzione a non distrarsi troppo! Perché, proprio quando ti manca un quarto d’ora, oppure quando proprio pensi che per quella giornata hai già finito… SBOOUM!!! Proprio allora ti arriva una tegola in testa che manco ti immagini!!!

Tegola Marsigliese