\\ PocoBLog : Articolo : Stampa
Quando la strategia di comunicazione, fa la differenza.
Scritto da Biondic (del 30/09/2005 @ 10:06:01, in Economia Politica Societa', linkato 1552 volte)
Nella presentazione dell’ultima finanziaria, stiamo assistendo ad una serie di tagli ed operazioni che potrebbero mettere definitivamente ko parte della stessa economia Italiana. Quando il Sindaco di Roma afferma che 312 milioni di Euro tagliati al bilancio della capitale significheranno chiusura alle 20:30 della metro, 47 linee di Autobus tagliate, niente libri per le scuole inferiori, niente cultura, niente iniziative, significa rallentare l’econimia stessa della capitale.
Questa Finanziaria appare studiata, appositamente per screditare i Sindaci ed i Governatori degli enti locali. Ed a meno che non ci sia una grandissima informazione a spiegare cosa sta succedendo, ci riuscira’ in pieno.
Quello a cui inconsapevolmente stiamo assistendo e subendo e` un vero e proprio “capolavoro” dell’arte comunicativa.
Basta assistere ai titoli di alcuni giornali per capire di cosa stiamo parlando..
“Il Messaggero” : “Tagli agli enti locali, piu’ soldi alle famiglie”.
“La Stampa”:BERLUSCONI: SACRIFICI NECESSARI. CONFERMATI GLI SGRAVI SUL COSTO LAVORO
La Finanziaria ridotta all’osso
Meno spese al Quirinale, ridotti gli stipendi dei politici.
Leggendo anche gli articoli, si riportano cifre sui tagli ai ministeri, alle aut blu, agli enti locali e poi sbucano 1200 euro di finanziamento, per le famiglie..
Si, ma le famiglie non avranno piu’ libri di scuola sovvenzionati, avranno tagli regionali alla sanita’, avranno tagli ai trasporti, molti occupati dai comuni perderanno il posto, niente cultua, chiusura di biblioteche, teatri, niente iniziative ecc.
Questi non sono tagli alle famiglie? Ma e` qui’ il capolavoro: per spiegarlo bisogna scriverlo, portare schemi parlarne, e quanti ne avranno una chiara visuale? Pochi.
Dunque parlando di tagli agli “enti locali” si ha il seguente risultato: far credere ai cittadini che si e` tagliato su qualcosa di astratto, di strettamente istituzionale. Se si pensa alla parola “Enti Locali” vengono in mente, assessori, sottosegretari, impiegati impolverati tra mille scartoffie, burocrazia, invece non sono altro che i gestori di quei servizi primari come asili, sanita’, scuola, trasporti ecc ecc, quello di cui tutti usufruiamo.
Come reagiranno i media e l’opposizione a questo affondo ? per ora, con uno sciopero dei giornalisti di due giorni, dal 30 Settemre al 1 Ottobbre, proprio I due giorni in cui solitamente si commenta la Finanziaria. Mai data fu piu’ sbagliata per scioperare. Strana coincidenza? Speriamo.